RetailSlang Home | Help | Feed Rss Feed Rss | Login

Il glossario della Moderna Distribuzione scritto dai Manager del settore

Pubblica una definizione
Le più votateLe più recentiIn ordine alfabetico
Linea isotemporale che delimita una zona territoriale all'interno della quale i tempi di percorrenza per raggiungere un determinato punto sono identici. E' strumento indispensabile per realizzare gli studi di fattibilità di un punto vendita.
Definizione inserita da Amministratore, il 28-giu-2010
3 Dai un voto positivo 0 Dai un voto negativo
Convidi su LinkedIn
E' composta dalla catena continua di fornitori e clienti tipica di un settore (ad esempio nel settore ortofrutticolo la filiera è rappresentata da aziende agricole, grossisti, rivenditori al dettaglio; interagiscono altresì mediatori,importatori, stagionatori etc).
Definizione inserita da Amministratore, il 28-giu-2010
3 Dai un voto positivo 0 Dai un voto negativo
Convidi su LinkedIn
Eliminazione dall'assortimento di una o più referenze o fornitori.
Definizione inserita da Amministratore, il 28-giu-2010
3 Dai un voto positivo 0 Dai un voto negativo
Convidi su LinkedIn
Bilancio sottoposto alla certificazione da parte di una società di revisione. A seguito della verifica della corretta osservanza delle disposizioni per la redazione dello stesso, in genere possono essere emessi tre tipologie di giudizio: positivo, positivo con rilievi o negativo.
Definizione inserita da Amministratore, il 28-giu-2010
3 Dai un voto positivo 0 Dai un voto negativo
Convidi su LinkedIn
Documento della pubblica amministrazione da cui dipendono determinati effetti giuridici.
Definizione inserita da Amministratore, il 28-giu-2010
3 Dai un voto positivo 0 Dai un voto negativo
Convidi su LinkedIn
La Distribuzione Organizzata (DO) è rappresentata invece dalle strutture e i gruppi i cui Punti di Vendita sono associati tra loro attraverso un consorzio o una cooperativa, che rappresenta gli imprenditori soci (detta anche "rete associata". Esempi: CRAI, SIGMA, SISA ecc.)
Definizione inserita da Veronique Masu, il 21-giu-2011 - contatta l'autore
2 Dai un voto positivo 0 Dai un voto negativo
Convidi su LinkedIn
Operazione di marketing atta a far acquistare continuativamente prodotti i cui consumi sono particolarmente legati ad un determinato arco temporale. Il caso più clamoroso sono le "ovette Kinder" di Ferrero che ha sviluppato il consumo delle "uova di Pasqua! durante tutto l'anno.
Definizione inserita da Veronique Masu, il 30-set-2010 - contatta l'autore
2 Dai un voto positivo 0 Dai un voto negativo
Convidi su LinkedIn
E'un documento emesso da un titolare di partita IVA (impresa individuale o società) al fine di permettere lo storno di resi di merce da parte di un cliente o abbuoni fatti al cliente. Nella pratica, accade che alcuni articoli venduti, consegnati e fatturati possano risultare difettosi o in eccesso: tuttavia, esistendo una fattura, il cliente non può semplicemente restituire la merce giudicata difettosa o di troppo, in quanto la fattura esplicita la quantità di merce effettivamente venduta. Perciò il fornitore, una volta informato dal cliente, provvederà alla verifica della situazione e all'eventuale emissione del documento apposito, la nota di credito appunto, che permetterà al cliente di stornare parte della merce già fatturata, insieme al relativo importo iscritto nei libri contabili e l'IVA relativa.
Definizione inserita da Francesca Galletti, il 29-set-2010 - contatta l'autore
2 Dai un voto positivo 0 Dai un voto negativo
Convidi su LinkedIn
Vendite effettuate direttamente al consumatore finale.
Definizione inserita da Amministratore, il 28-giu-2010
2 Dai un voto positivo 0 Dai un voto negativo
Convidi su LinkedIn
Prodotti ortofrutticoli lavati tagliati cotti e conservati in atm (per es le melanzane gratinate).
Definizione inserita da Amministratore, il 28-giu-2010
2 Dai un voto positivo 0 Dai un voto negativo
Convidi su LinkedIn
<< Indietro 1 2 3 4 5 6 7 8 Avanti >>